Print this page
Indietro
22.12.17

Quattro medaglie al Sitevi per Grégoire e SAME

Il gruppo SDF si aggiudica 4 medaglie per l’innovazione all’ultima edizione di Sitevi, una delle più importanti fiere al mondo dedicate alla produzione vitivinicola,olivicola-olearia e ortofrutticola, tenutasi a Montpellier dal 28 al 30 novembre 2017.

 

Una medaglia d’oro è stata assegnata a Grégoire per il sistema AutopincH, che permette di regolare automaticamente e in continuo l’ampiezza di apertura degli scuotitori e l’entità dell’agitazione inferta alla vite a opera delle aste di scuotimento della vendemmiatrice, mantenendo sempre i valori prefissati dall’operatore, anche in presenza di vegetazioni con diversa età, differente vigore vegetativo e in prossimità dei pali di sostegno. AutopincH garantisce una migliore integrità del raccolto, consente all'operatore di lavorare con maggiore facilità e grazie al continuo adattamento dell'apertura degli scuotitori garantisce anche una protezione ottimale per le piante di vite e per gli organi lavoranti della macchina, prolungandone ulteriormente la vita utile.

La seconda medaglia, d’argento, è stata anch’essa assegnata a Grégoire per il nuovo sistema NEOmap che permette di mappare e georeferenziare i differenti livelli di produttività che inevitabilmente si riscontrano nel vigneto affinché sia poi possibile studiare strategie agronomiche che ne permettano una maggiore uniformità di gestione. Questa nuova funzione è consentita dalla presenza di una speciale piastra sensorizzata realizzata in acciaio inox e posta nel cuore della catena di trasporto, che permette la pesatura del prodotto in transito e dalla georeferenziazione satellitare operata con dispositivi che leggono contemporaneamente i segnali GPS, Glonass e Galileo. La presenza di celle di carico interposte tra il telaio della macchina e le tramogge di stoccaggio del prodotto raccolto consente inoltre al sistema di incrementare ulteriormente la precisione di mappatura.

La terza medaglia, di bronzo, è stata invece assegnata a SAME, che ha proposto Connected Vineyard, un sistema completo di Precision Farming che connette e integra le diverse tecnologie offerte dalla viticoltura di precisione e che attinge all'esperienza di tutti e tre i partner che hanno sviluppato questo progetto (SDF, Pessl Instrument e Topcon). Connected Vineyard permette di collezionare dati da differenti sorgenti in grado di fornire informazioni agronomicamente utili. Il sistema consente infatti di rilevare l’andamento climatologico (tramite stazioni meteorologiche automatiche), il vigore vegetativo dei campi e/o della vite (con droni dotati di telecamere multispettrali e/o iperspettrali). Tutto ciò permette di offrire un unico strumento di gestione dell’intero processo in vigna, dalla generazione di mappe di vigore fino alla reportistica a lavorazione ultimata, supportando costantemente il processo decisionale. Connected Vineyard permette inoltre, attraverso le mappe di prescrizione trasferite automaticamente nel terminale ISOBUS, di pilotare le attrezzature ISOBUS compatibili che possono poi operare a rateo variabile in campo, come ad esempio gli atomizzatori e/o le vendemmiatrici Grégoire.

La quarta medaglia, anche in questo caso di bronzo, è stata assegnata nuovamente a Grégoire per l’innovativo EASYpilot, che permette di guidare automaticamente nei filari senza che sia necessario l’ausilio del GPS. L’EASYpilot Grégoire consente di allineare automaticamente la macchina rispetto ai filari lasciando il guidatore libero di concentrarsi su altri compiti. La tecnologia optoelettronica utilizzata permette di effettuare la sterzatura automatica in maniera precisa e affidabile senza più dover ricorrere a una tecnologia satellitare come il GPS RTK. L’orientamento spaziale dei filari viene rilevato mediante un sensore telemetrico a infrarossi 3D accoppiato a un emettitore di onde infrarossi per permettere al dispositivo di funzionare in modo efficiente anche di notte.

Con i propri marchi Grégoire e SAME, SDF ha proposto quindi alla quarantesima edizione del SITEVI di Montpellier una serie di innovazioni tese a migliorare ulteriormente la qualità e la produttività delle operazioni meccanizzate nel vigneto. Lo sviluppo di nuove tecnologie digitali dedicate all’agricoltura rappresenta una nuova frontiera nell'approccio agronomico alle produzioni. Questo permette infatti di effettuare delle scelte agronomiche basandosi non più su pochi parametri ma tenendo conto di innumerevoli dati la cui analisi consente azioni sempre più mirate e precise, allo scopo di aumentare la produttività e di migliorare la qualità delle produzioni agricole.